Resistenza all'acqua ed alla polvere: le certificazioni IP in dettaglio

Resistenza all'acqua ed alla polvere: le certificazioni IP in dettaglio
Come ho già accennato in vari articoli nel corso degli anni, mi è capitato spesso di consigliare ai miei clienti degli smartphone con Certificazioni IP67 o IP68.
Spesso (ancora oggi nel 2018) mi sono sentito fare la domanda "Ma che significa?".
 
Anche perchè la dicitura generica "resistente a polvere ed acqua" significa un pò tutto... e niente.
 
Ad esempio il mio smartphone potrà resistere ad un Mojito versatogli accidentalmente sopra?
Continuerà a funzionare dopo che è finito con me in piscina per fare un tuffo?
Ora scherzi a parte (ma forse neanche tanto visto che gli esempi fatti sopra, o similari, capitano spesso!) questo tipo di certificazione delle protezioni possono davvero essere molto utili per chi svolge tantissimi tipi di lavori dove circolano polveri o acqua in varie misure (ad esempio cantieri edili o stradali, falegnamerie, supermercati, ...), come sono molto usate dagli amanti della vita all'aria aperta o degli sport più o meno estremi (vedi chi fa trekking, passeggiate nella natura, chi sta spesso in spiaggia, ...). Ma questo IPxx (seguito da 2 numeri) cosa significa?
 
Quanta acqua e/o quanta polvere può entrare prima che il mio dispositivo smetta di funzionare?
Lo posso portare tranquillamente sul posto di lavoro o la prossima volta che vado in spiaggia o è meglio che resti ben protetto in tasca/zaino?
 
Scopriamolo insieme.
 
Le certificazioni IP sono state definite dall'International Electrotechnical Commission (IEC)1, come definizione di "quanto" un dispositivo elettronico è protetto contro l'ingresso di polveri, corpi solidi e acqua, secondo lo standard internazionale IEC 60529.
 
Per prima cosa decodifichiamo il codice:
IP 68
1 2 3

Vediamo ora nello specifico i vari livelli di protezione definiti dai numeri di cui sopra, iniziando con la 1 cifra (Protezione contro l'intrusione di polveri e/o corpi solidi):

IP 68
Livello di protezione Protezione da particelle solideSpiegazione
0 - Nessun tipo di resistenza e/o protezione dall'ingresso di oggetti di qualsiasi dimensione. E' praticamente inesistente, poichè significherebbe che il dispositivo sarebbe completamente aperto.
1 Maggiore di 50 mm = 5 cm (>50 mm). Ad esempio: il dorso di una mano.
2 Maggiore di 12,5 mm = 1,25 cm (>12,5 mm). Ad esempio: il dito di una mano o il fondo di un pennarello tipo UniPosca (o il fondo di un evidenziatore tipo Stabilo).
3 Maggiore di 2,5 mm = 0,25 cm (>2,5 mm). Per fare un paragone il jack delle cuffie standard è da 3,5 mm. Ad esempio: cacciaviti standard o attrezzi similari, fondo di penne o matite.
4 Maggiore di 1 mm (>1 mm). Ad esempio: cavi, cavetti, viti o chiodi, o anche la punta di una penna tipo BIC o Staedtler. O ancora un cavo elettrico unipolare a filo rigido.
5 Protezione dalla Polvere. Non è garantita la totale protezione. Ovvero alcune particelle di diametro inferiore al millimetro potrebbero entrare nel dispositivo, causando problemi solo di ordine estetico ma non pregiudicando il corretto funzionamenteo del dispositivo.
6 Resistente alla Polvere. Protezione completa dall'ingresso della polvere.
     S. E. & O.
 
IP 68
 Livello di protezioneResistenza ai liquidiSpiegazione 
0 - Nessun tipo di protezione dall'ingresso di acqua, ovvero anche una sola goccia potrebbe creare problemi.
1 Gocce di acqua che cadono in verticale. Ad esempio: pioggerellina (test per 10 minuti e acqua pari a 1 mm di pioggia per minuto).
2 Gocce di acqua che cadono in verticale con massimo 15° di inclinazione. Ad esempio: pioggia (test per 10 minuti e acqua pari a 3 mm di pioggia per minuto).
3 Spruzzi di acqua che cadono con massimo 60° di inclinazione. Ad esempio: pioggia forte (test per 5 minuti e acqua pari a 0,7 litri (0,7 mm) di pioggia per minuto).
4 Spruzzi di acqua che provengono da qualsiasi direzione. Ad esempio: spruzzo di acqua diretta (test per 5 minuti e acqua pari a 10 litri (10 mm) di acqua per minuto).
5 Getti di acqua. Ad esempio: spruzzo di acqua diretta da un ugello o cannella sottile da massimo 6,3 mm (0,63 cm) (test per 3 minuti e acqua pari a 12,5 litri (12,5 mm) per minuto, distanza di 3 metri).
6 Getti di acqua o secchiate. Ad esempio: spruzzo di acqua diretta da un ugello, cannella o tubo sottile da massimo 12,5 mm (1,25 cm) (test per 3 minuti e acqua pari a 100 litri (100 mm) per minuto, distanza di 3 metri).
6K2 Getti di acqua anche a forte pressione. Ad esempio: spruzzo di acqua diretta da un ugello, cannella o tubo sottile da massimo 12,5 mm (1,25 cm) (test per 3 minuti e acqua pari a 75 litri (75 mm) per minuto, distanza di 3 metri e pressione da 1000 kPa).
7 Immersione fino ad un massimo di un 1 metro di profondità. Test per 30 minuti (ovvero oltre i 30 minuti non è più garantito il corretto funzionamento del dispositivo).
8

Immersione fino ad almeno 1 metro di profondità. A seconda del modello si può arrivare a 1,5 metri, 2 metri o anche a profondità maggiori. Verificate bene le specifiche dichiarate da ogni produttore.

E' sigillato e resistente all'ingresso di acqua. Test di almeno 30 minuti. Alcuni modelli arrivano anche a 60 o più minuti. Verificate bene le specifiche dichiarate da ogni produttore.
9K2 Getti di acqua ad alta potenza ed alte temperature.  
      S. E. & O.
Generalmente, e se non diversamente indicato, in assenza di certificazione IP, un dispositivo dispone comunque di una protezione similare alla IP203.
Delle volte inoltre capita di vedere del dispositivi con sigle tipo queste (ad esempio) IP6X o IPX7.
Cosa significa la X? In genere (ma attenzione non è una regola fissa) significa che il dispositivo è protetto dalle polveri e non dall'acqua o viceversa. In questo caso se siete interessati all'acquisto e non trovate altre indicazioni, vi consiglio di verificare le indicazioni riportate dal produttore sul manuale.
 
Infine voglio far notare che per liquidi si intende acqua dolce e non salata. Il sale è comunque un corrosivo, quindi dopo un tuffo in mare è consigliabile sciacquare il dispositivo IP67/IP68 con acqua dolce o comunque, anche in questo caso, verificate sempre le indicazioni del produttore sul manuale del dispositivo.
 
Detto questo... vediamo alcuni esempi di Smartphone con certificazioni di tipo IP57, IP58, IP67, IP68. (Attenzione: lista dei dispositivi aggiornata al 2019!)
 
IP54: Sono protetti dall'ingresso della polvere e ma non possono essere immersi in acqua. Sono però protetti da spruzzi di acqua che provengono da qualsiasi direzione. Uno smartphone IP54 è il Nokia 8.
 
IP57: Sono protetti dall'ingresso della polvere e possono essere immersi in acqua fino a 1 metro di profondità per un massimo di 30 minuti. Uno smartphone IP57 è l'HTC 10 evo.
 
 
IP65: Sono resistenti dall'ingresso della polvere ma non possono essere immersi in acqua. Sono invece protetti dai getti di acqua. Smartphone con questa certificazione sono i modelli Sony XZ2, XZ2 Compact e XZ2 Premium.
 
IP67: Sono resistenti dall'ingresso della polvere e possono essere immersi in acqua fino a 1 metro di profondità per un massimo di 30 minuti. Sono IP67 oggi, tantissmi modelli di smartphone. Di seguito ve ne lascio alcuni:
 
IP68: Sono resistenti dall'ingresso della polvere e possono essere immersi in acqua fino ad almeno 1 metro di profondità per almeno 30 minuti. Molti modelli possono arrivare ad una profondità di 1,5/2 metri per circa 30/60 minuti. Altri modelli possono anche superare queste carateristiche. Sono IP68 molti modelli di smartphone. Di seguito ve ne mostro alcuni.
 
 
Fonti:
 
Lo Smartphone di inizio articolo è il Sony Xperia Z Ultra.
 

Certificazione IP67  Certificazione IP68  Differenza tra IP67 e IP68  Che significa IP67  sono realmente impermeabili gli smartphone  Resistenza acqua e polvere  Gradi di protezione IP  IP57  Significato delle certificazioni IP  IP67  IP58  IP68