Smartphone IP67/68 e/o MIL-STD-810: come fargli avere una vita spericolata in "sicurezza"?

Smartphone IP67/68 e/o MIL-STD-810: come fargli avere una vita spericolata in "sicurezza"?
Di cosa parleremo?

 

Ma se il mio smartphone è impermeabile perché la garanzia non mi copre gli, eventuali, danni da acqua?

Nota che spesso troviamo nelle garanzie degli smartphone sono le mancate coperture da danni verso agenti per i quali questi dispositivi risultano "certificati". In quasi tutte le specifiche e/o manuali troviamo, infatti, annotato che la resistenza a schizzi, acqua e polvere non sono delle caratteristiche permanenti e che possono diminuire con il normale uso.

L'impermeabilità e/o la protezione/resistenza di un dispositivo viene certificata quando esso è integro ed in perfetto stato. Come potrebbero ad esempio riconoscere la garanzia per ingresso di acqua di un dispositivo con vetro rotto o con scocca scheggiata/piegata dopo una forte caduta?

Vorrei quindi darvi dei semplici consigli per proteggere al meglio i vostri smartphone IP, per mantenerli in perfetto stato e fargli quindi mantenere le caratteristiche di protezione il più a lungo possibile.

Per prima cosa iniziamo da quello che, in genere, possiamo sempre fare:

  • Se siamo all'aperto e della pioggia raggiunge il nostro dispositivo nessun problema.
  • Se un bicchiere di acqua cade sul nostro dispositivo da IP X4 in poi, nessun problema.
  • Molti modelli possono essere utilizzati con le dita bagnate, purché non siano sotto carica (non vorrete prendere una scossa no?).
  • Alcuni smartphone dichiarano che possono essere utilizzati per scattare foto anche sott'acqua. Se questo non è specificato... meglio non tentare la sorte!
  • Possiamo portare il dispositivo in spiaggia (magari senza strofinarlo sulla sabbia!) o in ambiente polveroso (esempio lavori edili, di falegnameria o anche in panetteria. etc...).
  • Gli smartphone IP, salvo diverse indicazioni del produttore, non sono sufficientemente protetti per l'acqua marina (il sale è un corrosivo), per l'acqua clorata delle piscine o se ci cade sopra un bicchiere di bibita gassata, un succo di frutta o un cocktail. In questi casi però non facciamoci prendere dal panico e seguiamo subito le istruzioni riportate sui manuali, che in genere ci dicono di pulire il dispositivo con acqua fresca e di asciugarlo bene con un panno pulito e morbido.
  • Microfono ed altoparlante da bagnati (acqua dolce) potrebbero "gracchiare" fino a quando l'umidità presente non si asciuga completamente.

 

  1. Fate sempre riferimento ai manuali d'uso ufficiali dei dispositivi che acquistate. Spesso non ci viene fornito un cartaceo, ma quasi sempre è possibile scaricare dal sito ufficiale del produttore il manuale (anche in lingua italiana). Lì troveremo le indicazioni corrette per la manutenzione del nostro smartphone.
  2. Per quanto più robusti, gli smartphone IP non sono testati (salvo diverse indicazioni del produttore) per resistere a cadute o a forti urti. Proteggere i dispositivi con delle buone cover robuste (se non addirittura "rugged") è sempre, a mio avviso, una buona norma. Posso anche capire le esigenze estetiche di chi rifiuta le cover ma dopo aver visto cellulari (senza cover) con il Gorilla Glass spaccato e invece resistere a brutte cadute smartphone basic ma protetti da cover... Beh fidatevi spendere 200/300 euro per cambiare il display (se AMOLED o OLED) farebbe cambiare idea anche a voi! Proprio le cadute sono i nemici principali degli smartphone con guarnizioni di protezione come, ad esempio, nei modelli con la batteria removibile.
  3. Ricordatevi sempre di chiudere tutte le eventuali porte USB/SIM (se hanno gli appositi sportellini) o vassoi per schede di memoria o SIM. E non danneggiate le eventuali protezioni di gomma presenti, spesso sono proprio quelle chiusure che garantiscono la protezione!
  4. I dispositivi non vanno mai ricaricati da bagnati o tenuti con le mani bagnate quando essi sono in carica.
  5. I dispositivi non vanno mai puliti con sostanze liquide contenenti sapone o altre sostanze chimiche. Seguite sempre le indicazioni presenti sui manuali ed utilizzate un panno morbido e pulito.
  6. La certificazione IP parla sempre di acqua dolce, che sia essa piovana o da rubinetto.
  7. Dopo che il dispositivo è entrato in contatto con l'acqua, asciughiamo quella in eccesso dalla superficie ma anche dalle porte USB/SIM e/o micro SD.
  8. Non asciugate i dispositivi con il phon (eh si occorre specificarlo!).
  9. Ricordate che gli accessori in dotazione non sono quasi mai impermeabili e/o resistenti. Questo vale anche per i caricabatterie ed i cavi micro USB.
  10. Non abbiate "paura" di utilizzare il vostro dispositivo. Bastano piccole accortezze per renderli dei perfetti compagni di avventure!

 

Di seguito trovate alcuni modelli di smartphone con certificazioni IP65, IP67, IP68 o MIL-STD-810G compresi una una fascia di prezzo tra i 100 ed i 400 euro.

N.B.: Per vedere la gallery in modo corretto dovete aver disattivato eventuali ad-block. Tranquilli non ci sono pubblicità fastidiose su questo sito!